ASCOLTA L’ARTICOLO

Sempre più spesso si sente parlare di VDA, con questo articolo proveremo a fare più chiarezza sull’argomento, che siamo convinti, possa e debba riguardare tutti gli operatori del settore carwash.

La sigla VDA sta per: VERBAND DER AUTOMOBILINDUSTRIE, tradotto in Italiano: ASSOCIAZIONE DELL’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA

Questa Associazione (VDA) è composta da più di 600 aziende, che operano e distribuiscono prodotti e servizi per l’industria automobilistica nella repubblica federale Tedesca. I membri sono divisi in tre gruppi di produttori: produttori di automobili, fornitori di automobili e rimorchi, corpi speciali, autobus. Il presidente, Bernhard Mattes, dirige la VDA che ha sede a Berlino.

Lo scopo dell’Associazione è quello di garantire al cliente elevati standard di produzione, sia da parte delle case automobilistiche che di tutte le aziende fornitrici di prodotti e servizi, che le ruotano attorno. La gestione e il monitoraggio degli standard di gestione della qualità è affidata alla VDA QMC.

I costruttori tedeschi di automobili e automezzi in genere, obbligano le proprie concessionarie a utilizzare prodotti e attrezzature che abbiano il certificato di conformità VDA e consigliano ai loro clienti di lavare le loro auto solo negli autolavaggi che espongono chiaramente il marchio di certificazione VDA.

L’Associazione dell’industria automobilistica (VDA) ha creato degli standard e delle linee guida che devono essere seguite da: produttori di detergenti, costruttori di attrezzature e autolavaggi e infine dagli stessi lavaggisti.

Le rigide normative della VDA hanno come scopo unico la salvaguardia dell’auto lavata. L’esigenza di creare degli standard precisi di lavaggio è nata a seguito del crescente utilizzo di parti decorative nei veicoli, come modanature, minigonne, spoiler ecc., i cui materiali possono essere rovinati o compromessi dai prodotti chimici utilizzati nell’autolavaggio. Nel sistema di lavaggio conforme VDA, il pH dell’acqua di lavaggio è rigorosamente controllato, delicato, i materiali utilizzati sono solo sostanze detergenti limitate.

La certificazione VDA viene rilasciata solo ed esclusivamente se si rispettano totalmente tutti gli standard di qualità richiesti.

Nel 2007 la VDA ha creato VDA-COMPLIANT, il documento è nato con lo scopo di evitare qualunque danno alle auto causato durante il lavaggio: dovuto all’uso errato dei prodotti chimici, all’uso di prodotti chimici di scarsa qualità e all’utilizzo di impianti di lavaggio obsoleti o con un basso livello di progettazione.

Nel caso un’autolavaggio volesse richiedere la certificazione VDA, deve dimostrare di soddisfare pienamente i requisiti chimici e tecnici richiesti. Se tali requisiti sono soddisfacenti, l’autolavaggio riceve la certificazione VDA, che indica che l’impianto è gestito in conformità con i requisiti dell’industria automobilistica.

I produttori di autolavaggi e detergenti chimici rilasciano dichiarazioni specifiche di conformità relative alla loro attività individuale e assegnano tali documenti agli operatori, nella misura in cui i loro prodotti soddisfano i criteri VDA.

I produttori di componenti di lavaggio (ad es. Spazzole) sono autorizzati a rilasciare ulteriori dichiarazioni di conformità per i loro componenti, purché siano soddisfatti tutti i criteri VDA pertinenti.

Gli operatori di autolavaggi possono richiedere online la certificazione VDA. Il modulo di registrazione deve essere stampato e compilato, dopo il completamento dev’essere inviato a VDA QMC via posta o Email.

Oltre ai dati dell’autolavaggio registrato, nome, indirizzo, nome del proprietario, il modulo di registrazione contiene dichiarazioni sulla tecnica e sui prodotti chimici di lavaggio utilizzati.

Insieme al modulo di domanda, l’operatore deve inviare le dichiarazioni di conformità dei produttori per tutti i componenti in uso: autolavaggio, prodotti chimici, componenti e omologazioni individuali da laboratori accreditati.

Dopo una verifica positiva della domanda da parte di VDA QMC, la certificazione richiesta verrà inviata all’operatore via posta.

Insieme al sigillo l’operatore riceverà una fattura ufficiale.

La tassa annuale di 100 euro per autolavaggio in servizio verrà addebitata sul conto bancario indicato nel modulo di registrazione.

Il sigillo verrà automaticamente rinnovato ogni due anni; la risoluzione è possibile solo dopo il relativo avviso di cancellazione.

Per garantire la conformità ai criteri VDA sul mercato, VDA QMC effettua ispezioni in loco specifiche, che sono gratuite per gli operatori.