Istobal Sviluppa un nuovo riciclatore fisico con il quale ottiene una maggiore qualità e sicurezza dell’acqua riciclata, oltre a incrementare il risparmio di acqua nel lavaggio esterno di qualsiasi tipo di grandi veicoli.

  • Con il nuovo Riciclatore Fisico Plus, il risparmio medio di acqua all’ora è di 5.670 litri nel lavaggio esterno dei camion della spazzatura, di oltre 3.700 litri per i trailer, di oltre 6.300 per gli autobus e di oltre 600 litri per i tunnel.
  • Con questo riciclatore si ottiene un tasso di riciclaggio di acqua fino all’88,8%, si riduce la contaminazione dell’acqua risultante dal processo di lavaggio e si previene il rischio di legionella negli impianti di lavaggio.
  • I veicoli industriali sono quelli che generano il maggior consumo di acqua per la loro pulizia e un maggior carico contaminante nell’acqua, dopo il processo di lavaggio.

ISTOBAL risparmia più di 6.380 litri di acqua all’ora nel lavaggio esterno degli autobus, grazie al suo nuovo riciclatore fisico, con il quale ottiene una maggiore qualità e sicurezza dell’acqua riciclata, oltre a incrementare il risparmio di acqua nel lavaggio di qualsiasi tipo di grandi veicoli.

Con questa nuova soluzione per il trattamento acque, idonea per tutti gli impianti automatici di ISTOBAL per il lavaggio esterno di qualsiasi flotta di veicoli, la multinazionale spagnola ottiene un risparmio medio di acqua all’ora pari a 5.670 litri nel lavaggio dei camion della spazzatura, oltre 6.300 litri per gli autobus, oltre 3.700 litri per i rimorchi e oltre 600 litri per i tunnel.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, ISTOBAL esorta a un consumo responsabile dell’acqua nei servizi di lavaggio dei veicoli industriali e di trasporto.

Il nuovo Riciclatore Fisico Plus raggiunge un tasso di riciclaggio di acqua fino all’88,8%, in funzione dell’impianto di lavaggio e dei relativi optional, riducendo la contaminazione dell’acqua risultante dal processo di lavaggio, elimina i cattivi odori e previene il rischio di legionella negli impianti di lavaggio. Inoltre, consente di ottenere una maggiore qualità e sicurezza dell’acqua riciclata, presentando una minore torbidezza e un minore carico di tensioattivi.

È bene sottolineare che i veicoli industriali sono quelli che generano il maggior consumo di acqua per la loro pulizia. Così, per esempio, occorrono 1.277 litri di acqua per il lavaggio esterno di un camion della spazzatura lungo 9 metri, 1.162 litri per un rimorchio di 18 metri, 871 litri per un tunnel di 83 metri e 302 litri per un autobus di 14 metri.

Analogamente, sono i veicoli industriali a provocare il maggior carico contaminante nell’acqua, dopo il processo di lavaggio. Grazie all’aggiunta di prodotti chimici, microbiologici e a una maggiore portata d’aria, il Riciclatore Fisico Plus consente di trattare acqua di lavaggio con maggiori carichi contaminanti ed elimina, per esempio, i metalli della catenaria del tunnel che precipitano con il coagulante e la materia organica del lavaggio esterno dei camion della spazzatura con l’iniezione di microrganismi.

Un altro vantaggio del riciclatore è che consente agli impianti di effettuare il lavaggio dei veicoli in caso di restrizioni nell’utilizzo d’acqua, dovute a gravi periodi di siccità.

All’avanguardia nello sviluppo di soluzioni di lavaggio sostenibili

Nel suo impegno per il consumo responsabile delle sue macchine di lavaggio e per la tutela dell’ambiente, ISTOBAL è all’avanguardia nello sviluppo di soluzioni sostenibili per il lavaggio di qualsiasi tipo di autoveicoli.

Tra le sue conquiste, si segnalano: il 94% in meno di presenza di idrocarburi nell’acqua risultante dal processo di lavaggio, il 45% in meno di consumo di acqua nei suoi impianti automatici di lavaggio industriale, circa il 40% in meno nei portali di lavaggio e il 33% in meno nei suoi centri di lavaggio.

L’azienda ha anche sviluppato la gamma di prodotti chimici ISTOBAL esens® che dispone di una delle certificazioni di sostenibilità più importanti e rigorose a livello mondiale (l’etichetta ecologica dei paesi nordici Nordic Swan Ecolabel) ed è riuscita a ridurre di oltre il 90% la presenza di plastica nei contenitori di prodotti chimici per il lavaggio di autoveicoli, grazie alla sua linea di prodotti superconcentrati Xtract.

Rispondi