Abbiamo deciso di scrivere questo articolo dopo aver trovato un post su FB, che citava esattamente queste parole:

“Osservazione personale…Cari colleghi, Io spero con tutto il cuore che quando postate i vostri meravigliosi lavori con tanto di BRAND in bella mostra qualunque esso sia…che ne abbiate un ritorno economico.Il minimo sarebbe ,tutti i banner gratis, extra sconti sui prodotti e perché no qualche prodotto in omaggio. A meno che non siete dei loro rivenditori…qual’è il senso? Sicuramente un prodotto può essere migliore di un altro o si possono avere delle preferenze, ma fare pubblicità a gratis non è cosa furba! Mettete in primo piano la vostra bravura e non il brand. Così facendo il vostro sudore lo state mettendo per ultimo!

Andiamo per ordine, 7 fotografie su 10 postate da lavaggisti e car deteiler mancano di tecnica, qualità e cura dei più basilari accorgimenti, come la messa a fuoco, quindi anche se questi lavori possono sembrare meravigliosi agli occhi di chi li ha eseguiti, non sarà altrettanto così per il potenziale cliente o interessato che vede la fotografia postata.

Nella stragrande maggioranza dei casi le fotografie vengono postate da lavaggisti e car detailer che stanno cercando di affermarsi nel mercato del carwash o sono alla ricerca di nuovi potenziali clienti, quindi l’idea di associare la propria immagine, al grosso brand è solo di beneficio e di utilità se si vuole attirare l’attenzione! Molto spesso le foto che girano sui social attirano l’attenzione perché è ben visibile la confezione con il logo del grosso brand, MAFRA, LABOCOSMETICA, MEGUIAR’S, SONAX, KHIEL, WASHTEC, per citarne alcuni, diversamente la maggior parte delle fotografie, sono senza potere attrattivo.

Chi non è in grado di fare buone fotografie, produrre buoni video e spesso nemmeno scrivere una frase che abbia un senso compiuto, non dovrebbe nemmeno pensare che nel momento in cui posta la foto di un suo lavoro con tanto di brand stia necessariamente facendo buona pubblicità, nella maggioranza dei casi è il contrario e se il brand non è davvero forte, come quelli citati prima, il danno d’immagine causato potrebbe essere davvero serio e lo stesso brand si troverebbe costretto a chiedere conto a chi ha postato la foto.

Altro fenomeno invece è il proliferarsi di personaggi convinti di essere i migliori nel loro campo, (secondo il loro punto di vista) lavaggisti e car detailer, che si autoproclamano influencer dopo aver pubblicato sui social 30/40 fotografie dei loro lavori e aver ricevuto diversi like o condivisioni. L’autoproclamato influencer inizia così a pretendere compensi economici o maxi sconti da parte delle aziende fornitrici, per postare foto dei propri lavori con la confezione del prodotto e il logo del brand ben visibile, ottenendo invece poco o niente.

Quindi in conclusione, la fotografia o il video che “acchiappa” più like e attira potenziali clienti si ottiene con tre ingredienti fondamentali:

  • un bravo lavaggista o car detailer
  • una fotografia di qualità
  • la cornice di un brand importante

Vorresti attirare più clienti nel tuo autolavaggio? Contattaci oggi stesso …

Rispondi