ASCOLTA L’ARTICOLO

Per il camionista, il proprio camion, oltre ad essere il mezzo con cui si guadagna da vivere, è come una seconda casa.

Così come un buon padre di famiglia, la maggior parte dei camionisti presta particolare attenzione a mantenere il proprio mezzo in buone se non in ottime condizioni d’uso e aspetto, quindi il lavaggista dovrebbe tenere a mente questo e cercare di soddisfare al meglio le aspettative del camionista.

Il lavaggio di un camion, come per un’auto, può essere eseguito sia in modalità manuale, sia con impianti automatici.

Per essere sicuri di lavare al meglio il camion e soddisfare appieno le esigenze del cliente, il lavaggista dovrà assicurarsi di utilizzare prodotti chimici in grado di lavare il mezzo in modo che venga esaltata la brillantezza della cabina e di tutte le parti in alluminio e delle plastiche presenti. Vi sconsigliamo di andare a risparmiare sulla qualità del detergente, utilizzare detergenti di buona qualità  non sarà certo un costo ma un’investimento per la vostra attività.

Generalmente per il lavaggio di un camion basterà avere un’impianto dotato di pompa per il prelavaggio, pompa per lo shampoo spazzole e di una buona cera o auto asciugante.

Il lavaggista dovrà assicurarsi periodicamente che le spazzole siano pulite e in buono stato, diversamente si rischierebbe di offrire un servizio di scarsa qualità o peggio di rovinare la verniciatura della cabina.

Per pulire le spazzole esistono in commercio detergenti appositamente creati per lo scopo, è consigliabile pulire le spazzole periodicamente con cadenza mensile.

Consigliamo anche di dedicare un giorno al mese alla manutenzione e pulizia di tutte le altri parti dell’impianto, come carter, semafori, ugelli ecc.. questo renderà il vostro impianto più appetibile e state pur certi che sarà cosa molto gradita al vostro cliente.