Le attività essenziali che possono rimanere aperte ci sono quelle con il codice Ateco 45.2 MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, che comprende anche gli autolavaggi.

Ma nonostante gli autolavaggi siano tra le attività che hanno il diritto di rimanere aperte, i clienti, gli automobilisti, non possono recarsi negli impianti per lavare la propria auto perché passibili di salatissime multe, come nel caso di un cliente nel comune di Asti che è stato multato per quasi 400 euro. Il caso del cliente multato non è isolato, ce ne sono stati altri, ma questo in particolare ha dato l’input alle associazioni del settore ALI (Associazione Lavaggisti Italiani), Confcommercio (Assolavaggisti Confesercenti) e (Federlavaggi), ad unirsi e presentare un ricorso che potesse tutelare la categoria e i gli stessi clienti.

Le associazioni coese si sono rivolte al prefetto di Asti, ottenendo una risposta che non lascia spazio a dubbi o interpretazioni. Infatti dal vice prefetto Raffaele Sirico arriva una risposta che dà ragione alla categoria:

“Si è disposta – scrive la prefettura – la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 3, tra cui vengono ricomprese anche le attività di manutenzione e riparazione di autoveicoli, codice ATECO 45.2. Nell’ambito di tale categoria viene ricompresa, come sottocategoria, anche l’attività di lavaggio auto. Dunque, tale attività è certamente consentita. Occorre, pertanto, fornire una lettura coerente, apparentemente in contraddizione. Secondo l’interpretazione più corretta, le attività raggruppate con il codice ATECO45.2 sono consentite in quanto necessarie ad assicurare un servizio di assistenza a chi deve spostarsi per lavoro o altre necessità, per cui chi si sposta per esigenze lavorative autocertificate, quindi tassisti, operatori sanitari, lavoratori in genere deve poter lavare l’auto.

L’esigenza di pulizia dell’autoveicolo, tuttavia, può derivare, in astratto, anche da un uso del veicolo non correlato con le attività di lavoro, come nel caso di spostamenti per motivi di salute, per approvvigionarsi di generi alimentari o di altri beni di prima necessità. In tali casi non può essere negata la possibilità di igienizzare il proprio veicolo, tanto più in considerazione del fatto che la pulizia del veicolo, specie delle parti interne, nel rispetto dei protocolli di sicurezza degli operatori, non può che contenere la diffusione di agenti patogeni”.

Quanto conta la risposta di un prefetto in questo caso?

Il prefetto è un organo del ministero degli Interni, cioè un funzionario pubblico che rappresenta il Governo nel territorio della Provincia. In questa veste svolge, tra l’altro, funzioni di mediazione e di raccordo tra le istituzioni pubbliche e le varie componenti della società civile.

Il prefetto è un rappresentante del Governo che opera nel territorio di ciascuna Provincia italiana. E’ a capo di un ufficio denominato prefettura-ufficio territoriale del governo (Utg).

Il prefetto può sospendere e sciogliere i consigli comunali. Può pertanto, sospendere temporaneamente dal loro ufficio i sindaci, i consiglieri, gli assessori e i presidenti dei consigli circoscrizionali quando compiano atti contrari alla Costituzione .

Nell’esercizio delle sue funzioni il prefetto adotta provvedimenti amministrativi, che assumono la forma di ordinanze o di decreti.

In conclusione, la risposta ottenuta dal prefetto di Asti crea un precedente per la categoria degli autolavaggi e dà la certezza che i clienti non potranno essere multati se decideranno di andare a lavare la propria auto.

12 COMMENTI

  1. Che cosa deve fare quindi un lavaggista, chiedere info al prefetto USL della regione di competenza?

  2. Mi hanno fatto la multa stamattina mi consigliote di fare il ricorso?saluti da pisa

  3. Mi hanno fatto multa il 19 marzo …come posso tutelarmi ero da solo in autolavaggio e distributore era aperto …

  4. buonasera io lavo auto da 8 anni come dipendete, provincia di padova, se qua teniamo aperto ci tolgono la licenza e nei self service(lavaggi automatici senza operatore) se ti trovano al 100 per 100 becchi il verbale.. mi date una spiegazione?

  5. L’autolavaggio è tra le categorie a cui è permesso stare aperto, se questi rispettano le indicazioni per la sicurezza. Nessuno vi può togliere la licenza, scherziamo?

  6. Buon giorno, Nel viaggio giornaliero di 20 Km, sul tragitto tra casa e lavoro (industria alimentare regolarmente aperta) mi sono fermato a lavare la macchina in un impianto automatico a tunnel sito sulla mia strada in un comune intermedio tra le 2 destinazioni.
    Mentra l’auto era nel tunnel, sono arrivati i Carabinieri e mi hanno redatto una autodichiarazione che attestava che andavo al lavoro e subito dopo una sanzione di 400 euro di multa (280 pagabili subito) perché lavavo l’auto. Curioso che la sanzione sia per le persone a piedi e dica stava lavando l’auto
    Posso fare ricorso, la prefettura è Torino? Grazie

Rispondi