Dal 1 Gennaio 2018 anche i possessori di distributori automatici senza la porta di comunicazione dovranno allinearsi alla certificazione dei corrispettivi.

In questo senso, l’Agenzia delle Entrate ha prodotto il documento “Definizione delle informazioni, delle regole tecniche, degli strumenti e dei termini per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri derivanti dall’utilizzo di distributori automatici diversi da quelli disciplinati dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 giugno 2016”.

L’AdE, in questo modo, spiega come adeguarsi alla normativa, sia dal punto di vista della regolamentazione, ma anche in termini di:

  • strumentazione necessaria
  • azioni da compiere

Sul sito dell’AdE puoi trovare tutte le specifiche tecniche legate a questo aspetto.

Come fare la rilevazione dei dati dei corrispettivi?

Se possiedi un distributore automatico disciplinato da questa normativa, gli step da affrontare per farsi trovare pronto sono essenzialmente 3.

(1) fare il censimento della macchina

questo vuol dire creare artificialmente un numero di matricola (che identificherà univocamente quella macchina), registrare le coordinate di geolocalizzazione del distributore e apporre il QR-Code ad avvenuta registrazione.

(2) dotarsi di un software per la lettura dei corrispettivi

in sostanza, la migliore soluzione, è quella di dotarsi di uno smartphone e del software per la certificazione dei corrispettivi. vendinguard in questo senso è la soluzione più smart sul mercato e funziona sui dispositivi Android certificati.

(3) fare la lettura dei dati periodica

Se la vending machine ha a disposizione dei contatori che forniscono il dato relativo al valore dell’incasso è sufficiente ricopiare quel dato all’interno dell’applicazione certificata ed inviarlo all’AdE.
Se non vi sono contatori occorre verificare il valore dell’incasso partendo dal denaro contenuto nella cassetta della macchina ed inviarlo. L’invio di questi dati deve essere effettuato a bordo macchina, in quanto anche nel caso di distributori senza porta di comunicazione è obbligatorio inviare la geolocalizzazione al momento del prelievo.

Il 1 Gennaio 2018 è sempre più vicino e il tempo per mettersi in regola stringe. Se hai dubbi o vuoi capire meglio come funziona la certificazione dei corrispettivi per i distributori automatici senza porta di comunicazione contatta la Alturas Sistemi Srl , avrai gratuitamente il supporto di uno dei loro consulenti.

Rispondi