Per scrivere questo articolo sulla formazione professionale ho chiesto l’aiuto di un’amica che stimo professionalmente e personalmente, Desiree Civello.

Desiree non è una veterana del settore, la definirei più una matricola, affettuosamente parlando, ma una matricola SuperStar…

Desiree Civello

…Desiree sta facendo un percorso professionale incredibile, sia dal punto di vista del marketing – il mio pane – sia dal punto di vista della formazione professionale. Infatti dopo aver acquisito il suo autolavaggio ha capito che non bastava sollevare la saracinesca, prendere in mano una lancia e lavare auto, le occorreva qualcosa di più se voleva eccellere e distinguersi in questo settore… e così ha convogliato la maggior parte delle sue energie sulla sua formazione tecnica.

Chiaramente non posso che essere totalmente favorevole con questa sua scelta e credo che il suo punto di vista e la sua esperienza possa essere utile anche a te, per questo ho deciso di fare qualche domanda a Desireè sul suo percorso professionale e conoscere qualche dettaglio in più…

Come è iniziata la tua avventura in questo settore?

“Ho iniziato questo lavoro per una passione: le auto…
Non sapevo assolutamente nulla sul mondo dell’autolavaggio, avevo solo l’ambizione di provare un’esperienza nuova. Ho iniziato senza sapere cosa fosse una diluizione, cosa fosse un prodotto alcalino o acido.
Non avevo idea di quali problematiche potesse creare un prodotto chimico su una carrozzeria, non conoscevo le tempistiche e tanto meno quali fossero le soluzioni da adottare per i vari problemi. Eppure sono riuscita a far partire il autolavaggio.

Dopo 6 mesi non ero soddisfatta, ero consapevole che avevo ancora molto da imparare, ho iniziato a chiedere di poter fare dei corsi di formazione prima di tutto sulle componenti chimiche dei prodotti che utilizzavo.

Da lì ho iniziato a vedere i primi miglioramenti, ma la strada era ancora lunga e io diventavo sempre più esigente, così decisi di comprare un secondo autolavaggio, dove offrivo solo il servizio manuale con operatore.

Mi si è aperto un mondo meraviglioso! Oggi dopo 14 mesi ho un locale che fantastico.
I miei dipendenti sono seguiti da un coach che spiega loro come presentarsi al cliente, come capirne l’umore e come instaurare un rapporto di fiducia.”

Cosa ha significato per te la formazione professionale?

“Ho eseguito un corso di lavaggio evoluto, dove ho imparato ad analizzare di cosa ha bisogno in quel momento il mezzo che si presenta davanti, senza trascurare le esigenze del cliente. Sono stata a Bari, mi sono confrontata con altri colleghi e detailer ho iniziato a imparare l’arte della lucidatura.

La formazione professionale mi ha resa più sicura e di conseguenza una persona vincente. Sono consapevole di quello che faccio, sono un professionista e riesco a trasmettere questa mia sicurezza ai clienti che a quel punto non possono fare altro che affidarsi e fidarsi di me.

La trasparenza e la preparazione tecnica hanno reso il mio percorso più facile del previsto. Mi è stata insegnata la formazione permanente, incrementare la tecnica la conoscenza nella mia professione. Permanente vuol dire sempre e per sempre, non si smette mai di imparare, e io sono assettata di sapere!”

Cos’hai in programma per il futuro?

“Questo mese andrò a Milano per un corso di 3 giorni. Imparerò tecniche nuove e conoscerò nuovi colleghi.

Utilizzo molto i social, ho deciso di fare un corso di fotografia…

…La fotografia è un mezzo di comunicazione istantaneo, basta un click e centinaia di persone vedono, osservano, apprezzano e criticano.

Perché non imparare a fotografare professionalmente un cerchio in fase di decontaminazione? Oppure un cofano rovinato dalla resina? E così via…

Credo fermamente nella formazione professionale, non conosco modo più intelligente e sicuro di garantire prosperità alla mia attività.”

Rispondi