La lavamoquette è un’attrezzatura di uso quasi quotidiano per il lavaggista.

Per acquistare le migliori lavamoquette in commercio serve fare un piccolo investimento, e come tutti gli investimenti va pensato e ragionato bene prima; occorre fare attente valutazioni che permettano di ricavare un buon ritorno economico nel medio e nel lungo termine.

Per la creazione di questo articolo abbiamo chiesto la collaborazione di Giorgio Palmisano, responsabile dell’azienda KEMAK GROUP, produttore di ottime lavamoquette. Vediamo insieme a Giorgio, quali fattori si dovrebbero considerare prima di acquistare una lavamoquette:

Pressione della pompa

Le migliori lavamoquette permettono all’operatore di controllare e regolare la pressione con cui la soluzione di acqua-detergente esce dall’ugello. La pressione dell’acqua se troppo elevata, fa rimbalzare, per così dire, l’acqua sul tessuto, invece che farla penetrare correttamente. Per una qualità di lavoro ottimale la pressione dovrebbe rimanere tra i 6 e gli 8 bar. La scelta della pompa va fatta anche, considerando la quantità di lavaggi che si prevede di fare nell’arco di una giornata e di quante ore la lavamoquette dovrà lavorare in modalità no-stop.

Acqua calda

Lavorare con l’acqua calda aiuta parecchio. Il calore è una componente essenziale nella pulizia. Nel lavaggio di una moquette i migliori risultati si ottengono utilizzando acqua calda. Sono due i principali sistemi di riscaldamento utilizzati per le lavamoquette:

Riscaldatori ad immersione
Scambiatore di calore
L’ideale sono le lavamoquette che utilizzano il sistema con il riscaldatore ad immersione, perché riscaldano istantaneamente l’acqua, mentre le altre possono impiegare fino a 30 minuti per raggiungere la temperatura operativa.

Motori di aspirazione

Meglio una lavamoquette con più di un motore di aspirazione, una macchina con più motori aspirerà più acqua e molto più velocemente.


Sistema anti-schiuma

Serbatoio soluzione acqua-detergente

Ti consigliamo di scegliere una lavamoquette con il serbatoio della soluzione acqua-detergente fissato all’esterno della macchina, è più facile da gestire.

Fusto

Meglio un fusto in materiale plastico, impedisce l’ossidazione da detergente e l’arrugginimento. Scegli inoltre un fusto con carrello basculante, è più semplice e rapido da svuotare.

Assistenza

Da chi stai acquistando la lavamoquette?
  • Online?
  • Da un rappresentante di detergenti?
  • Da un personaggio mai visto prima, ma che ti farà un prezzo incredibile?
  • Da un’azienda con tanto di officina e magazzino
Assicurati con estrema certezza che chi ti vende la macchina, sia attrezzato con i ricambi e possa intervenire rapidamente in caso di guasti o anomalie.

Prezzo

Una lavamoquette di buona qualità con le caratteristiche che abbiamo descritto nell’articolo, non dovrebbe costare meno di 800 – 1000 euro (Iva esclusa).

Se hai trovato utile questo articolo, metti un Like o condividilo con i tuoi amici.